Archives
Cinema all’aperto al Salento Fun Park

dal 23 luglio al 20 agosto 2020, il giovedì Salento Fun Park Mesagne A partire da giovedì 23 luglio il Salento Fun Park ospiterà cinque serate di cinema all’aperto sul tema dei diritti. Sono stati mesi difficili per tutti e sono stati mesi che ricorderemo a lungo. Dal Covid 19 alla morte di George Floyd e il moltiplicarsi dei movimenti di protesta che ancora oggi attraverso gli Stati Uniti per dire basta al razzismo. Con queste cinque serate vogliamo provare a riaccendere il motore della cultura, della socialità, del divertimento e ricominciare a parlare dei diritti dell’uomo attraverso il cinema, che tanto ci è mancato in questi mesi. Vogliamo riprendere da dove ci eravamo lasciati. Partiremo giovedì 23 luglio(Milk) con la storia di Harvey Milk e le sue estenuanti battaglie per i diritti LGBT. Giovedì 30 luglio(Il Sapore della vittoria) andremo in Virginia a trovare coach Boone e ci dimostrerà quanto possa essere importante lo sport per vincere contro il razzismo. Giovedì 6 agosto(Alla mia piccola Sama) andremo in Siria, ad Aleppo, e rivivremo gli orrori della guerra civile siriana da un’esperienza femminile e con gli occhi della piccola Sama. Giovedì 13 agosto(Io sono Mateusz) saremo in Polonia dove Mateusz ci […]

Comments: 0
Spettacolo musicale per bambini

Si svolgerà giovedì 23 luglio, alle ore 19.00, nell’atrio del Castello lo spettacolo “Concerto fragile” con Sara Bevilacqua e Alessandra Manti. Ideazione e regia di Antonio Catalano, tecnico di scena Daniele Guarini. L’appuntamento è rivolto ad un pubblico di bambini di età compresa tra 2 e 8 anni per una produzione “Casa degli Alfieri – Universi Sensibili”. “Concerto fragile” è uno spettacolo senza parole: i bambini sono immersi in un ambiente sonoro adatto all’ascolto delle conversazioni degli interpreti, che dialogano con i suoni del corpo, della voce e degli oggetti in scena. Con gli occhi della fantasia, gli strumenti danno vita ad un gioco che valorizza le espressioni verbali e le percezioni sensoriali ed emozionali; nello sguardo dei bambini viene suscitata la meraviglia. L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Mesagne, nell’ambito delle iniziative culturali promosse in occasione della rassegna estiva organizzata dall’Amministrazione Comunale. L’ingresso è libero; i posti sono limitati, si può prenotare al numero 3494490606.

Comments: 0
Il castello di Carovigno a misura di bambino

Giovedì 23 luglio 2020 Castello Dentice di Frasso Carovigno Giovedì 23 luglio alle ore 18.30 al Castello di Carovigno va in scena lo spettacolo teatrale con l’antica tradizione del Kamishibai, teatro portatile tipico della cultura giapponese fin dal medioevo. I bambini che parteciperanno all’iniziativa assisteranno ad un vero e proprio teatro di immagini per dar vita a brevi storie narrate che riguardano la storia del Castello e fiabe. L’obiettivo di questo tipo di narrazione, oltre ovviamente a divertire e coinvolgere, è stimolare creativamente i bambini. Al termine della narrazione potranno scrivere e realizzare i disegni di una storia. L’attività, promossa dalla Associazione Le Colonne, è indicata per bambini dai 4 agli 11/12 anni e sarà guidata dall’educatrice Jovanka Ignoni . La prenotazione è obbligatoria al numero telefonico 3930834404

Comments: 0
Amleto | Teatro Madre Festival 2020

Martedì 21 luglio 2020 AMLETO Michele Sinisi (Andria) – Teatro d’attoreda William Shakespeare di e con Michele Sinisi collaborazione alla scrittura scenica Michele Santeramo assistenza Marcella Nocera costume Luigi Spezzacatene cura del progetto Antonella Papeo produzione Elsinor Centro di Produzione Teatrale partner tecnico Artefattiadp – Claudio Kougla Studio, 2006Amleto si trova in una stanza e vive in completa solitudine la sua storia. I fatti, i personaggi sono tutti caduti davanti ai suoi occhi e malgrado i suoi desideri deve confrontarsi con ciascuno di questi, prendere delle decisioni. La tragedia sta nel fatto che deve comunque risolvere la sua storia da solo. La storia è quella che tutti noi conosciamo; il testo shakespeariano è smontato e reintrodotto sulla scena attraverso un soliloquio. Amleto contiene nella sua testa la memoria fastidiosa di tutti. Polonio, Re Claudio, Ofelia, Laerte, la madre Gertrude, l’attore della compagnia girovaga: tutti assenti. L’unica compagnia reale sarà il fantasma del padre che, in quanto tale, lo metterà al corrente di ciò che veramente è successo. Le sedie vuote saranno le uniche testimoni della sua esperienza. Quella di Amleto è una tragedia che sfugge alle analisi o che le accetta tutte mentre racconta di un uomo che rifiuta tutto. […]

Comments: 0